Val d'Aosta

Al cospetto del Monte Bianco

8-14 agosto  2021

Splendido viaggio al cospetto del massiccio del Monte Bianco: le escursioni che faremo avranno come filo conduttore la magnifica cornice delle cime più alte d’Europa.

 

Facendo base nel piccolo paesino di Challancin, situato a 1600 mt. sopra La Salle (AO), ogni giorno ci muoveremo a piedi alla scoperta delle montagne della Valdigne, della Val Ferret, camminando lungo la panoramica ‘balconata sul Monte Bianco’ e della Valle di La Thuille con la spettacolare escursione alle Cascate del Rutor e al rifugio Albert Deffeyes.

Panorami montani
Panorami montani

Cascate del torrente Rutor
Cascate del torrente Rutor

Monte Bianco
Monte Bianco

Panorami montani
Panorami montani

1/8

PROGRAMMA
 

1° giorno, domenica 8 agosto

Itinerario A/R: Challancin - Morge - Belle Crète (balcone panoramico)

Difficoltà: E - Durata 2 h - Lunghezza 4,5 km - Dislivello +75 mt

Ritrovo e accoglienza presso la piazza di Morgex alle ore 15.00.

Trasferimento a Challancin e sistemazione negli appartamenti; a seguire iniziamo a “scaldare” le gambe con una breve ma panoramica escursione da Challancin a Morge, arrivando in località Belle Crète (1689 mt), una bella terrazza naturale con affaccio sulla Valdigne.

Prima di cena presentazione del viaggio e degli itinerari, condividendo un aperitivo con vista Monte Bianco.

 

2° giorno, lunedì 9 agosto

Itinerario ad anello: Colle San Carlo, Colle della Croix, Lago d’Arpy

Difficoltà: E - Durata 5 h - Lunghezza 10,8 km - Dislivello +435 mt

Partiamo dal ristorante La Genzianella presso Colle San Carlo (Morgex) e su agevole sentiero iniziamo a salire per il Colle della Croce seguendo l’ampio sentiero che attraversa boschi di larici e pino cembro. Si arriva così al Colle della Croce, eccezionale belvedere sulla catena del Monte Bianco con i suoi maestosi ghiacciai. A ridosso delle antiche trincee cinquecentesche che corrono lungo il crinale, si arriva sul punto più alto della dorsale (2381 mt) dove sono presenti i ruderi di alcuni baraccamenti militari e dove la vista si apre su tutta la Valdigne. Si scende poi per il vallone d’Arpy dove in breve tempo si raggiunge l’omonimo lago per una piacevole sosta. Rientro a San Carlo per un’agevole strada sterrata.

 

3° giorno, martedì 10 agosto

Itinerario ad anello: Challancin, Les Ors, Col Fetita, Col de Bard

Difficoltà E - Durata 6 h - Lunghezza 16 km - Dislivello + 99o mt

Da Challancin attraversando boschi e ampi prati si raggiunge l’alpeggio di Les Ors Desot (2100 mt.). Risalendo su un sentiero tra pendii erbosi arriviamo prima al Col Fetita (2557 mt.) e poi a Punta Fetita (2623 mt.) con stupenda vista su tutta la catena del Monte Bianco. Si procede lungo la panoramica cresta che si affaccia sulla selvaggia Comba di Vertosan fino a giungere ai grandi pratoni di Col de Bard. Da qui per un bel sentiero immerso tra i boschi si ritorna a casa.

 

4° giorno, mercoledì 11 agosto

Percorso andata: la balconata del Bianco dalla Val Ferret e il rifugio Bonatti

Difficoltà: E - Durata 6 h - Lunghezza 9 km - Dislivello +510 mt

Bellissima escursione al cospetto del Monte Bianco: partendo da Planpincieux in Val Ferret, si sale su ripido pendio fino ad incontrare il sentiero che collega il rifugio Bertone con il rifugio Bonatti. Si segue in direzione di quest’ultimo su un vero e proprio balcone affacciato sul massiccio del Monte Bianco, attraversando malghe e prati erbosi di pascolo. Dopo una breve salita si giunge al rifugio Bonatti (2025 mt), punto privilegiato per ammirare le incantevoli cime di fronte.

 

5° giorno, giovedì 12 agosto

Itinerario A/R: le tre cascate del Rutor e il Rifugio Deffeyes

Difficoltà: E - Durata 7 h - Lunghezza 18 km - Dislivello +881 mt

Partendo dalla frazione di La Joux si imbocca il sentiero che addentrandosi nella pineta ci porta a raggiungere in successione le tre spettacolari cascate del torrente Rutor. Dopo una lunga salita, superato un altro tratto di pini, si giunge all’Alpeggio du Glacier e all’omonimo lago. Si prosegue quindi sulla sinistra su ripidi tornanti e terreno sassoso fino a raggiungere un piccolo colle, con panorama sulla valle de La Tuille e il Monte Bianco; di lì a poco si giunge al rifugio Deffeyes (2494 mt.), base per l’ascensione al ghiacciaio del Rutor. Il rientro avviene per lo stesso sentiero.

 

6° giorno, venerdì 13 agosto

Itinerario ad anello: da Challancin a Mont de Bard

Difficoltà: E - Durata 5 h - Lunghezza 12 km - Dislivello +660 mt

Piacevole escursione che attraversa prima bellissimi boschi di larici per poi aprirsi su ampi prati in quota. Arrivati al colle si prosegue per Mont de Bard (2262 mt) dove ci aspetta una spettacolare vista sulla Grivola importante cima nella zona del Gran Paradiso, sul Monte Bianco e le Grandes Jorasses. Dopo un gustoso picnic sui prati si rientra per un agevole sentiero, incontrando lungo il percorso un larice millenario.

Nel tardo pomeriggio ci spostiamo a piedi nella verdeggiante piana di Planaval, per una cena tipica presso il ristorante storico la Baita La Jolie Bergère, nato negli anni ’50 come locanda per i contrabbandieri. Rientro in notturna a Challancin.

 

7° giorno, sabato 14 agosto

Incontro con una realtà contadina e degustazione fontina 

La mattina tempo libero e visita ad una realtà contadina con degustazione di fontina.

A fine mattinata chiusura del viaggio e partenze.

Date: da domenica 8 a sabato 14 agosto 2021 


Tipologia: viaggio di gruppo a base fissa con escursioni giornaliere
 

QUALCHE CONSIGLIO PRIMA DI PARTIRE

La difficoltà delle escursioni è classificata E (escursionistica) con dislivelli che variano dai 400 ai 990 mt. Si cammina mediamente dalle 4 alle 7 ore al giorno. I percorsi si svolgono su sentieri sterrati, con la possibilità di attraversare zone sassose.

Visti le distanze e i dislivelli da coprire si raccomanda, per la buona riuscita del viaggio, che tutti i partecipanti siano già sufficientemente allenati e in uno stato di forma psicofisica adatto ad affrontare i percorsi; in caso contrario, l’accompagnatore potrà escludere uno o più partecipanti dalle escursioni più impegnative per tutelare la loro incolumità e quella del gruppo.

 

L'attrezzatura è quella normale da escursionismo; vi consigliamo di portare:

  • scarponi da trekking (preferibilmente alti)

  • pantaloni lunghi, meglio se resistenti

  • bastoncini per camminare

  • crema per protezione dal sole

  • occhiali da sole

  • costume (eventuale giornata alle terme)so di maltempo)

 

QUOTAZIONI

La quota per partecipante, relativa al servizio di accompagnamento, è: 230,00 € iva inclusa.

 

I trasferimenti dall'hotel/appartamento all'inizio dei sentieri saranno da effettuare con le proprie auto, con possibilità di car sharing tra i partecipanti. Chi arriva a destinazione con i mezzi pubblici dovrà segnalarlo al momento della prenotazione.

 

La quota comprende: guida ambientale escursionistica per l’accompagnamento sui sentieri.

La quota non comprende: il viaggio a/r da Challanchin, 6 pernottamenti e prima colazione, 6 cene e le bevande, trasferimenti in auto propria, pranzi "al sacco", l’assicurazione medico-bagaglio, ingressi a realtà che saranno valutate di volta in volta, l'equipaggiamento personale, le spese extra individuali e quanto non espressamente indicato nella voce "Quota di partecipazione".

I pernotti e tutti i servizi extra dovranno essere prenotati e pagati direttamente dai partecipanti. In caso di prenotazione in appartamento le colazioni saranno gestite in autonomia da ogni singolo nucleo nel rispettivo appartamento.

 

Il ritrovo con le guide avverrà a Morgex, davanti alla chiesa principale, il giorno domenica 8 agosto alle ore 15.00. La chiusura del viaggio avverrà a Challancin.

 

Il programma delle escursioni e delle attività potrà subire variazioni a discrezione delle guide in funzione della sicurezza e della buona riuscita delle stesse, qualora circostanze particolari lo rendessero necessario.

Se hai bisogno informazioni sul viaggio, puoi contattarci direttamente:

tel. +39.339.71.61.348; info@apiediperlitalia.it