IMG_20200909_194303.jpg

Parco regionale della Maremma

multi-activity nella natura

A piedi, in bici, in canoa e in carrozza… per scoprire il Parco Regionale della Maremma. Quattro giorni immersi in una natura ancora incontaminata, dove non è raro incontrare animali selvatici percorrendo itinerari che dai monti scendono al mare. Ci muoveremo in bicicletta e a piedi tra i profumi della vegetazione mediterranea, fitte pinete, pascoli e lunghi litorali sabbiosi. In canoa scopriremo il fascino dei paesaggi del fiume Ombrone, mentre in carrozza vivremo una indimenticabile esperienza al tramonto, percorrendo i luoghi più affascinanti e nascosti del Parco. Un territorio che ci conquisterà anche per i sapori genuini della cucina Maremmana, che trae i propri elementi dalle semplici tradizioni contadine.

IMG_20200910_180142.jpg

PERCORSI

Un viaggio che ci condurrà nel cuore del Parco, percorrendo sentieri che dai monti portano al mare: l’itinerario forestale e faunistico, immerso nella fitta vegetazione mediterranea, il percorso delle Torri di avvistamento anti-saracene e quello che conduce all’antica Abbazia di San Rabano e alla Torre dell'Uccellina. 

PARLEREMO DI

• butteri, cavalli e mandrie 

• dune costiere e vegetazione mediterranea

• migrazioni e avifauna delle aree umide

• storia e testimonianze artistiche del territorio 

• cucina e piatti tipici della tradizione

un viaggio da ricordare perché

IMG_20200910_193522.jpg
IMG_20200909_173846.jpg
visiteremo l'antica Abbazia di San Rabano 
scopriremo in canoa l'avifauna del fiume Ombrone
IMG_20200909_174952.jpg
1354961517_e196843b35_b.jpg
percorreremo il Parco e la sua Riserva in carrozza
cammineremo lungo la spiaggia di Collelungo

RICETTA

pappardelle al cinghiale. i maremmani sono appassionati cacciatori e soprattutto nel periodo di apertura della caccia al cinghiale possiamo trovare la sua carne in tantissime ricette. Un classico primo sono le pappardelle al cinghiale. Provatele accompagnate da un buon calice di vino rosso!

Pappardelle_al_cinghiale.jpg

CANZONE

Maremma amara, uno dei più famosi canti popolari toscani. Racconta della fatica dei contadini che per non morire di fame dovevano andare a lavorare in zone come la Maremma, ancora non bonificate, paludose, dove la malaria era molto presente. 

EVENTO

lo spettacolo dei butteri
Legato alla tradizionale figura di mandriano maremmano; uomini a cavallo che seguivano e curavano le mandie di vacche allo stato brado. Un duro mestiere che tramontò con la Riforma Agraria degli anni '50 e che viene riproposto in eventi dimostrativi.

butteri.jpg

 scopri 

aneddoti, curiosità e avvenimenti per conoscere e gustarti al meglio... il PARCO DELLA MAREMMA

nel blog

visiteremo l'antica Abbazia di San Rabano 
scopriremo in canoa l'avifauna del fiume Ombrone
percorreremo il Parco e la sua Riserva in carrozza
cammineremo lungo la spiaggia di Collelungo