Lago di Castel.jpg

Piemonte

Alta Val Formazza

31 luglio - 6 agosto 2022

viaggio Zeppelin - Cod. IT237

Una valle di antiche tradizioni, di natura meravigliosa, di sapori culinari tipici.

Andremo alla scoperta dell’antica storia dei villaggi Walser di Salecchio, ammireremo l’imponenza della Cascata del Toce, ci incanteremo davanti agli imponenti ghiacciai dei Sabbioni e ai misteriosi Orridi di Uriezzo.

PROGRAMMA
 

1° giorno – prima escursione: gli orridi di Uriezzo

Difficoltà: E - Lunghezza 4,7 km - Dislivello in salita 340 mt.

Ritrovo a Domodossola alle ore 12.45 e pranzo di benvenuto.

Escursione dedicata a visitare l’esito del lavorio dei torrenti che un tempo scorrevano impetuosi a valle del Ghiacciaio del Toce. Cammineremo all’interno degli Orridi di Uriezzo, veri monumenti geologici creatisi nel periodo delle glaciazioni. Sarà emozionante procedere tra strette e sinuose pareti di roccia che ci sovrastano per oltre 30 metri!

 

2° giorno – seconda escursione: rifugio Maria Luisa e passo di San Giacomo

Difficoltà: E - Lunghezza 13,4 km - Dislivello +580/-580 mt.

Piacevole escursione che ci porterà a visitare la parte destra della valle. Una comoda sterrata ci permetterà di guadagnare quota fino ad arrivare alla piana che ci accompagnerà al rifugio Maria Luisa, proprietà del CAI di Busto Arsizio per poi affacciarci al Lago del Toggia. Da qui un ampio sentiero ci conduce, costeggiando la diga, al passo di San Giacomo.

Per chi vuole possibilità di rientro passando per la Bocchetta del Gesso e i laghetti del Boden prima della ripida discesa che ci riporta a valle.

 

3° giorno – terza escursione: sentiero Walser passando da Salecchio

Difficoltà: E - Lunghezza 10,5 km - Dislivello +590/-1000 mt.

Oggi andremo alla scoperta della cultura Walser e la sua influenza nella valle. L’itinerario che si snoda tra le località Fondovalle e Passo attraversa i paesi Walser di Salecchio, antica colonia fondata nel XIII secolo da contadini tedeschi che si stabilirono per oltre 700 anni. Il bellissimo bosco di larici e il lago di Altillone completano la bellezza dei paesini dove visiteremo il mulino, la segheria e il forno.

 

4° giorno – quarta escursione: il Lago dei Sabbioni

Difficoltà: E - Lunghezza 12,6 km - Dislivello +800/-800 mt.

Escursione che ci permetterà di avvicinarci al ghiacciaio dei Sabbioni. Si parte dal Lago di Morasco situato a 1743 mt per poi prendere quota con un piacevole sentiero che sale regolarmente. Raggiunto il rifugio Mores godremo di panorami mozzafiato su antichi ghiacciai e imponenti catene montuose che si riflettono sul Lago dei Sabbioni.

Per chi vuole possibilità di rientro passando dal Rifugio Città di Busto attraversando il vallone del Gries, l’antica via di comunicazione tra Svizzera e Italia.

 

5° giorno – quinta escursione: il Lago Nero

Difficoltà: E - Lunghezza 8,3 km - Dislivello +760/-760 mt.

L’ascesa al Lago Nero in un ambiente ancora selvaggio e poco battuto rappresenta una delle escursioni più suggestive della zona. Nonostante il dislivello il pendio sale regolarmente con un ultimo strappo finale. L’intera Ossola è piena di laghi artificiali che forniscono tutt’ora abbondante energia elettrica: il Lago Nero, al contrario, è un lago alpino che racchiude tutto il fascino degli ambienti montani.

6° giorno – sesta escursione: Alpe del Nefelgiù

Difficoltà: E - Lunghezza 8,3 km - Dislivello +400/-400 mt.

Da Riale si percorre prima il sentiero dedicato a Mario Rigoni Stern per poi, dominando dall’alto il lago di Morasco, giungere all’Alpe Nefelgiù in un ambiente dal classico sapore alpino.

Per chi vuole possibilità di proseguire fino all’omonimo passo sotto le maestose cime della Punta D’Arbola. Un sentiero in discesa ci accompagna al Lago Vannino e al vicino Rifugio Margaroli. Il rientro segue la sterrata che arriva direttamente a Canza (possibilità di fare l’ultimo tratto in seggiovia).

 

7° giorno – settima escursione: la Cascata del Toce

Difficoltà: E - Lunghezza 5,6 km - Dislivello +270/-270 mt.

Mattina dedicata alla spettacolare apertura della Cascata del Toce, che raggiungeremo dopo aver percorso un gradevole itinerario lungo il fiume.

Pranzo di saluto presso un ristorante tipico e termine del viaggio (partenze da Domodossola dopo le 15.30).

Date: da domenica 31 luglio a sabato 6 agosto 2022


Tipologia: trekking residenziale con escursioni giornaliere

I trasferimenti dall'hotel all'inizio dei sentieri saranno da effettuare con le auto proprie, con possibilità di car sharing tra i partecipanti. Chi arriva a Domodossola con i mezzi pubblici dovrà segnalarlo al momento della prenotazione e potrà richiedere l'opzione car sharingIl costo del carburante delle auto messe a disposizione sarà suddiviso tra tutti i partecipanti escludendo i proprietari dell’auto stessa.

2 Guide Ambientali Escursionistiche: Silvia e Fabio

La difficoltà delle escursioni è classificata E - escursionistica.

I percorsi si svolgono sui classici sentieri di montagna.

Per la buona riuscita del viaggio tutti i partecipanti devono essere in uno stato di forma psicofisica adatto ad affrontare i percorsi; in caso contrario, l’accompagnatore potrà escludere uno o più partecipanti dalle escursioni più impegnative per tutelare la loro incolumità e quella del gruppo.


L'attrezzatura è quella da escursionismo:

  • scarponcini da trekking (con suola scolpita);

  • bastoncini da trekking (per chi ne fa uso)

  • borraccia (plastic-free)

  • zainetto per le escursioni (20-25 lt)

viaggio organizzato con il tour operator Zeppelin l'altro viaggiare
 

collaborazione che ci vede attivi nel proporre, co-progettare e condurre alcuni degli itinerari nei luoghi più belli del Mediterraneo. Organizzazione tecnica e condizioni di vendita in dettaglio sul sito Zeppelin.
 

LOGO zeppelin ok - Copia.png

SCOPRI I DETTAGLI E I COSTI DEL VIAGGIO E PRENOTA LA TUA VACANZA